The Angels

“Davide danzava con tutte le sue forze davanti al Signore” (2Samuele 6,14).

Il Re dei Re di tutta la storia umana,  trasforma il messaggio contenuto dall’esecuzione della Danza eseguita in onore di Dio, in “fertilità”. Quando Davide ripudia Mikal figlia di Saul per averlo rimproverato di aver danzato quasi nudo davanti ai suoi servi (indossando il solo efod), allontanandola dalla sua tenda, trasforma il giudizio esteriore  di Mikael in “sterilità” e il senso della Danza intrapresa in rispetto di Dio e servizio alla comunità, in “fertilità”. Re Davide non era un danzatore ma ha intuito che la Danza sarebbe stata gradita a Dio.

Nel Grande Giubileo dell’Anno 2000 il Coreografo Fabio Gallo istituì un piccolo gruppo di eccellenti danzatrici denominato “The Angels – Danzatori della Luce”. A loro fu affidato il compito di interpretare le coreografie ispirate ai temi sacri del Vangelo. La straordinaria capacità di trasmettere emozioni  consentì ai “The Angels” di danzare innanzi a Giovanni Paolo II in Piazza San Pietro e di continuare l’opera di Testimonianza.  Dopo Loreto e dopo avere danzato nella michelangiolesca Basilica di Santa Maria degli Angeli di Roma, i “The Angels” sono stati chiamati ad animare lo storico incontro di Papa Francesco con i fedeli di Rinnovamento avvenuto nello Stadio Olimpico di Roma.
Il costume indossato dai “The Angels”, appositamente realizzato da Luigi Delia, esprime un concetto estremamente semplice quando le danzatrici si dispongono di spalle: l’unione nella fede.
Con un protocollo inviato dal Quirinale a mezzo motociclista Fabio Gallo e i “The Angels” sono stati citati dal Presidente della Repubblica Italiana Carlo Azeglio Ciampi quali “Ambasciatori della Cultura di Pace per mezzo dell’Arte e della fede..” (8 marzo 2001 – Prima Giornata della Donna del nuovo millennio dedicata a Madre Teresa di Calcutta).

Gli stessi The Angels hanno danzato in occasione della successiva Giornata Mondiale dei Giovani a Loreto e hanno avuto l’onore di pregare con il costume che caratterizza il disegno dell’Angelo nella “Santa Casa” di Loreto.

Nella foto che segue il Santo Padre Giovanni Paolo II bacia paternamente Eleonora Cafiero attuale Responsabile Gestionale del Gruppo Editoriale Comunicare Italia della Fondazione Paolo di Tarso.