Fotografia

La Fotografia Digitale con la sua capacità di comunicare in modo semplice e immediato le emozioni, è strumento fondamentale per l’attuazione della mission della Fondazione.

Lo stesso capitale sociale della “Paolo di Tarso” è composto da Opere d’Arte Fotografiche realizzate dal poliedrico Artista ed esperto di gestione della conoscenza Fabio Gallo che nel 2003 ha istituito il Dipartimento di Fotografia e Restauro Digitale della Fondazione.

Perché ciò fosse possibile, in considerazione e in ottemperanza alle leggi del Governo Italiano, le sue Opere Fotografiche sono state sottoposte a valutazione dal Consulente Tecnico del Giudice presso il Tribunale Civile di Roma che, con perizia giurata del 31 Ottobre 2003 N° 012789, ha quotato le sue Opere composite indicando valori basculanti da 3.500,00/8.000,00 Euro per singola immagine.

Nonostante ciò Fabio Gallo non si ritiene un Fotografo bensì, in linea con i suoi studi, un antropologo con macchina fotografica in grado di riconoscere di avere ricevuto un dono da esercitare solo per fini sociali. Il suo più che decennale lavoro quotidiano oggi è una risorsa che consente alla Fondazione di diffondere il valore del Grande Patrimonio Culturale Italiano e della Bellezza del Sacro in Rete.

E’ proprio la Rete, Internet, il luogo ove si socializza e dal quale i Giovani oggi traggono informazione e formazione, il campo di azione ove si svolge l’opera principale della Fondazione. E’ in Rete, infatti, che la “Paolo di Tarso” semina quotidianamente prestigiosi contenuti che orientano complessivamente l’utente nella direzione del ritorno alla centralità dell’Essere Umano e di quella Bellezza, riflesso evangelico, in grado di narrare lo scorrere della storia e dei Popoli, oggi comunicabile nella Società dell’informazione Digitale, attraverso la proposta di un Click. 

Nel corso del seminario sulla Fotografia dei Beni Culturali tenutosi nel 2004 presso il Dipartimento di Storia dell’Arte dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” (Direzione Dip. Prof. D’Onofrio – Relatrice lo Storico dell’Arte Viviana Normando), per le peculiarità espresse dalle sue Opere Fotografiche e dalla ricerca sulla luce, Fabio Gallo è stato definito “Il Caravaggio della Fotografia”.

L’Archivio fotografico digitale realizzato da Fabio Gallo è in continua crescita e concentrato interamente sui temi della Bellezza del Sacro, del Paesaggio, dell’Ambiente, espressione – a suo parere – della bellezza del Creato e del lavoro dell’Essere Umano in relazione al suo rapporto con la Fede.

Il Patrimonio Fotografico realizzato sino ad oggi sta iniziando la sua migrazione nel DIGITAL CULTURAL HERITAGE MUSEUM da lui fondato, i cui lavori sono coordinati dall’Esperta di connettività Eleonora Cafiero che ha seguito la realizzazione di tutte le campagne fotografiche, e diretti dallo Storico dell’Arte Viviana Normando e dal prof. di Restauro Gianluca Nava.